Identità

Select album to play

L'anima espressiva del canto
 

VITTORIA, LA CERTEZZA DI UN’IDENTITA’ IGNOTA

vittoriascelta-360x240La fotografia d’epoca di una donna sconosciuta trovata accanto ad un cassonetto della spazzatura e il dialogo interartisco che l’ha fatta divenire il simbolo della mostra “Sogno, quindi sono”, ci conduce nei meandri misteriosi della costruzione del sé e alla ricerca di cosa sia e come si compone l’identità di una vita.

La scrittrice Laura Muscarà, trovato il ritratto accanto a un cassonetto della spazzatura, ne è rimasta affascinata e ha scritto il racconto “Testimone di memoria” che esprime le suggestioni che Vittoria – così l’ha chiamata – le ha provocato, dando così inizio al viaggio che avrebbe condotta l’ignota al Granaio. Maria Cristina Eidel, curatrice della Mostra, l’ha accolta, le ha dato un’immaginario, una memoria, un tempo. Sara Sardiello e Simona Maria Conca, fondatrici di LUZAZUL Associazione di Promozione Sociale, che sostiene attività di integrazione e crescita personale con l’uso di mediatori artistici hanno realizzato un’animazione video del ritratto, offrendo la possibilità di carpire le sfumature e i movimenti del viso, facendola così rivivere. Infine, l’autrice, attrice e cantante Sara De Santis le ha dato voce nel monologo “Guardami”, e ora ci chiama e narra di quelle immagini che la circondano e che potrebbero essere appartenute all’immaginario della sua memoria.

Di seguito i contributi video di Sara De Santis, Maria Cristina Eidel e Kosta Papaioannou, Sara Sardiello e Simona Maria Conca

 

“Guardami” 

Testo scritto e interpretato da Sara De Santis. Musiche composte ed eseguite da Alessandro Quarta. Fotografie di Manfred Eidel, Maria Cristina Eidel, Konstantinos, Sara Sardiello e Simona Maria Conca.

 

“La memoria dei sogni, sogni della memoria – Hesse”

Di Maria Cristina Eidel e Konstantinos Papaioannou, con il brano Hesse di Quarta Dimensione

 

“La memoria dei sogni, sogni della memoria – Non so chi sei”

Di Maria Cristina Eidel e Konstantinos, con il brano Non so chi sei di Quarta Dimensione

 

“Riflesso”

di Sara Sardiello e Simona Maria Conca

 

 

 
 
previous next
X