IL GRANAIO

Select album to play

L'anima espressiva del canto
 

GLI-SPAZI-DELLA-MOSTRA-11

Luogo non-luogo

Tempo dilatato

Senza storia, ricco di ricordi

Dimora a tempo, dimora sicura

Spazio creativo

Bellezza

Antichità

Arte

GRANAIO DI SANTA PRASSEDE – EVENTI E MOSTRE

 

11025672_933548263352836_7472465384005216447_oDa dicembre 2014, quando è iniziata la mostra fotografica Le ragioni dello Sguardo e il Fotografo Fotografato, la nostra partecipazione è stata sempre più assidua, fino a diventare parte del nostro percorso artistico.

10999717_933546420019687_1129034771420156444_oAbbiamo cantato e recitato. Abbiamo animato inaugurazioni, eventi, incontri culturali. Abbiamo incontrato artisti straordinari, fotografi, designer, scrittori, pensatori, musicisti, cantanti, storici e avventori che hanno arricchito e donato apertura e bellezza.

Maria Cristina Eidel, la curatrice della mostra, è collettore naturale di arte, creatività, innovazione e dialogo. Grazie a lei e alla sua visione onirica del mondo e grazie al gruppo di artisti e intellettuali Alessandro Arrigo, Kostas Papaioannou, Laurà Muscarà e altri – i cosiddetti Amici del Granaio – il Granaio di Santa Prassede è diventato luogo d’arte.

GLI-SPAZI-DELLA-MOSTRA-29Nato come Resort, oggi è un albergo d’arte. Al suo interno, ovunque si è circondati da fotografie, quadri e sculture. Molte stanze hanno acquistato identità con foto, arredi, decorazioni e design. Ogni settimana vengono organizzati eventi culturali e enogastronomici, visite guidate, presentazioni di libri, concerti, rappresentazioni teatrali. Oltre agli spettatori romani, anche gli ospiti del Resort partecipano alle attività, all’inizio con timidezza, ora con entusiasmo. Una “casa” decisamente suggestiva e originale!

Oggi, come Quarta Dimensione, non siamo più solo ospiti, ma siamo diventati anche noi Amici del Granaio e abbiamo l’onore e il piacere di poter contribuire a creare e a sperimentare in questo luogo magico.

11393026_980745821966413_7887048724611161847_nIl 26 giugno 2015 parte la seconda mostra Sogno quindi Sono. Il sogno come luogo di costruzione del sé.

Alessandro Quarta ha ideato e composto la sonorizzazione della mostra, per esplorare in un viaggio musicale i colori nascosti del sogno.

Sara De Santis ha scritto i testi musicali e ha curato e interpretato l’identità incerta di Vittoria, con il testo “Guardami”, per dare voce a un evocativo e misterioso ritratto abbandonato e ritrovato.

Assieme hanno realizzato entrambi i progetti e hanno dato vita, suono, parola e musica alle espressioni visive della Mostra Sogno quindi Sono.

L’avventura al Granaio continua e si evolve. Questo è solo l’inizio!

Tutte le informazioni sul Granaio di Santa Prassede si possono trovare su www.granaioresort.it

'
 

 
 
previous next
X